Internet è stata un’ innovazione senza precedenti per il genere umano. Questo nuovo sistema di comunicazione ha portato il termine “globalizzazione” ad un livello superiore con incredibili vantaggi economici ed un’ infinità di possibilità per chi ha il coraggio di investirci. Uno di questi è la compravendita online ma quali sono i rischi ad essa correlati?

Oltre alle numerose operazioni che permetto di risparmiare tempo agli sportelli di banche e poste, è anche possibile comprare e vendere merci di qualunque genere online,siano esse sul territorio nazionale ma sopratutto internazionale. Questa possibilità ha creato un mercato globale in cui le imprese possono offrire i loro prodotti e servizi in tutto il mondo con pochi semplici click.

I vantaggi sono quindi innegabili, sopratutto per la possibilità di far conoscere la propria impresa anche fuori dai confini del proprio territorio d’origine, ottenendo clienti e contratti spesso molto prestigiosi con grandi nomi dell’industria internazionale.

Ma ovviamente insieme ai vantaggi bisogna tenere conto anche dei rischi e dei costi. Operare a livello globale comporta un certo numero di costi sia logistici che burocratici che un imprenditore attento deve saper valutare, anche se il più delle volte il gioco vale decisamente la candela.

Il rischio più grosso che si possa incontrare nella compravendita online è quello di truffa, i geni del male hanno infatti imparato a sfruttare le falle del sistema a proprio vantaggio, ma i rischi sono comunque ridotti al minimo grazie ai ferrei controlli che ogni giorno si effettuano, anche se è sempre richiesto da parte di chi investe, un minimo di attenzione.

Ormai però è diventata la prassi per ogni azienda che si rispetti, disporre almeno di un sito internet di presentazione che dia una panoramica generale sui prodotti e servizi offerti. Le persone al giorno d’oggi trovano molto più facile navigare in rete piuttosto che alzare la cornetta e parlare con un operatore, quindi è giusto sfruttare questa tendenza a proprio vantaggio, mostrando una “vetrina” di ciò che si vuole offrire al pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *